Sensibili ai DSA - Scuola Primaria "Damilano"


Che cosa significa “Sensibili ai DSA”?

La Primaria Damilano ha una lunga tradizione, ormai nella sensibilità ai DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO.

Partiamo dalle domande di genitori sensibili e docenti sensibili alle difficoltà che un bambino o una bambina incontrano quando apprendono… il bambino \ la bambina sono tristi, gli adulti se ne accorgono.. Che fare?

Abbiamo provato ad offrire risposte, passando attraverso professionalità, studio e ricerca.

Cuore pulsante della nostra offerta formativa è diventato il progetto per l’identificazione precoce dei disturbi dell’apprendimento, per la predisposizione d’interventi scolastici personalizzati tramite screening/monitoraggio delle classi prime e sostegno degli alunni con difficoltà di apprendimento.

L’intento era di implementare percorsi progettuali caratterizzati dalla forte volontà di rinnovamento didattico.

Dal 2005/2006 la psicopedagogista Dott.sa Alessandra Marchelli, in collaborazione con gli insegnanti, ha sviluppato un progetto monitoraggio/screening sugli alunni delle classi prime. Con il termine screening s’intende una metodologia di rilevazione che è in grado di individuare, con un buon livello di attendibilità, i soggetti a rischio di “difficoltà specifiche d’apprendimento”, ma non pretende di evidenziare in modo inequivocabile la natura del disturbo; per fare questo è necessaria una diagnosi specialistica effettuata, se necessario, dal Servizio di Neuropsichiatria Infantile.

Una diagnosi precoce permette di

  • capire quale radice ha il disturbo
  • fornire al bambino un aiuto più mirato e specialistico;
  • usufruire delle facilitazioni previste dalla normativa scolastica (strumenti compensativi e dispensativi).

Il progetto a sostegno dei disturbi dell’apprendimento, così, è inteso come modello d’azione didattica finalizzata alla prevenzione e al recupero delle difficoltà specifiche d’apprendimento (DSA).

  • Vuole

rafforzare le potenzialità degli allievi in difficoltà,

far raggiungere le competenze previste per la scuola primaria

  • attraverso

     

    un approccio metodologicamente differente ma più adeguato,

    un ambiente d’apprendimento protetto,

    un rapporto relazionale aperto,

    una diversificata e mirata organizzazione del compito

    una personalizzazione dei percorsi,

    l'utilizzo della multimedialità, del computer, di software dedicati.

Gli specialisti del NPI di Ovada e del territorio collaborano, con competenza specifica, supportano, condividono, sperimentano nuove strade insieme al team docenti utilizzando modalità didattiche specifiche, basate sui risultati delle ricerche nazionali ed internazionali.

L'intero percorso è adeguato rispetto alla normativa successivamente entrata in vigore in tema di prevenzione e didattica per i DSA (Legge 8 ottobre 2010, n.170; Decreto Ministeriale n.5669 del 12 luglio 2011) e per i Bisogni Educativi Speciali (BES, Dir.Min. 27 dic. 2012 e norme successive).

Tuttora la scuola porta avanti queste attività avvalendosi di risorse professionali interne. Negli anni tali prassi didattiche sono state consolidate.